salta la barra Comune di Carmignano  Canali Tematici  Sanità e sociale  Coronavirus - Tutte le informazioni utili per il cittadino  TOSCANA - ZONA ROSSA - Le nuove regole

Coronavirus - Tutte le informazioni utili per il cittadino

TOSCANA - ZONA ROSSA - Le nuove regole

ZONA ROSSA
Da domenica 15 novembre la Toscana entrata nella ZONA ROSSA


Cosa comporta essere classificati in zona rossa:

  • È vietato ogni spostamento, anche all’interno del proprio Comune, in qualsiasi orario, salvo che per motivi di lavoro, necessità e salute; vietati gli spostamenti da una Regione all’altra e da un Comune all’altro.
  • Chiusura di bar e ristoranti, 7 giorni su 7. L’asporto è consentito fino alle ore 22. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni.
  • Chiusura dei negozi, fatta eccezione per supermercati, beni alimentari e di necessità. Restano aperte edicole, tabaccherie, farmacie e parafarmacie, lavanderie, parrucchieri e barbieri. Chiusi i centri estetici.
  • Didattica a distanza per la scuola secondaria di secondo grado, per le classi di seconda e terza media. Restano aperte, quindi, solo le scuole dell’infanzia, le scuole elementari e la prima media.
  • Chiuse le università, salvo specifiche eccezioni.
  • Sono sospese tutte le competizioni sportive salvo quelle riconosciute di interesse nazionale dal CONI e CIP. Sospese le attività nei centri sportivi. Rimane consentito svolgere attività motoria nei pressi della propria abitazione e attività sportiva solo all’aperto in forma individuale
  • Sono chiusi musei e mostre; chiusi anche teatri, cinema, palestre, attività di sale giochi, sale scommesse, bingo, anche nei bar e nelle tabaccherie
  • Per i mezzi di trasporto pubblico è consentito il riempimento solo fino al 50%, fatta eccezione per i mezzi di trasporto scolastico


Confermate le restrizioni previste per la zona Arancione

Viene inoltre confermata la sospensione delle seguenti attività:

  • parchi tematici e di divertimento;
  • palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali;
  • sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò, anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differente;
  • convegni, congressi e altri eventi, ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza;
  • sagre, fiere di qualunque genere ed eventi analoghi;
  • sale da ballo, discoteche o locali simili, all'aperto o al chiuso. Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, comprese quelle conseguenti a cerimonie civili e religiose.

Viene garantito l'accesso ai luoghi di culto che deve però avvenire con misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone e garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro. Le funzioni religiose con la partecipazione di persone si svolgeranno nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo e dalle rispettive confessioni.

Rimane obbligatorio utilizzare sempre la mascherina nei luoghi al chiuso diversi dalla propria abitazione. L’obbligo si aggiunge alle altre misure di protezione finalizzate alla riduzione del contagio (come il distanziamento fisico e l'igiene costante e accurata delle mani) che restano invariate e prioritarie. Non sono obbligati ad indossare la mascherina i bambini al di sotto dei 6 anni, o i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l'uso continuativo della mascherina e le persone che interagiscono con loro

Le persone con infezione respiratoria caratterizzata da febbre (maggiore di 37,5°) devono rimanere presso il proprio domicilio e contattare il proprio medico curante.

Si raccomanda di non ricevere a casa persone diverse dai conviventi, salvo che per esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza.



Misure per le famiglie

  • Congedo straordinario possono richiederlo:
- genitori di studenti di II - III media
- genitori che non possono fare smartworking
- genitori lavoratori dipendenti
- geniori di figli con disabilità iscritti a scuole di ogni ordine e grado o centri diurni

Il congedo può durare per tutto il periodo di sospensione della didattica in presenza
L'indennità riconosciuta sarà pari al 50% della retribuzione spettante

  • Bonus Babysitter può richiederlo:
- genitori di studenti di I - II media
- genitori che non possono fare smartworking
- genitori che non usufruiscono di altri tipi di tutela del reddito
- genitori lavoratori autonomi iscritti a gestione separata o speciale
- genitori di figli con disabilità iscritti a scuole di ogni ordine e grado o centri diurni

Il bonus babysitter può essere richiesto per tutto il periodo di sospensione della didattica in presenza
Può ammontare fino a 1.000 €


Consigli nper la prevenzione della diffusione

I consigli per ridurre l'esposizione e la trasmissione della possibile malattia sono analoghe a quelle previste per la sindrome influenzale:

  • lavarsi le mani, in assenza di acqua usare gel alcolici

  • usare la mascherina correttamente coprendo bocca e naso

  • quando si starnutisce o tossisce, usare il fazzoletto di carta e gettarlo nel cestino

  • se possibile, rimanere in casa in presenza di malattie respiratorie febbrili, specialmente nella fase iniziale

  • evitare di toccarsi occhi, naso o bocca; i virus possono diffondersi quando vengono toccate superfici contaminate

  • aerazione gli ambienti nelle abitazioni, esercizi pubblici e tutti i luoghi pubblici aperti al pubblico | Si raccomanda l'apertura frequente di porte e/o finestre degli uffici pubblici o aperti al pubblico, delle attività commerciali, dei pubblici esercizi di somministrazione e di ogni altro luogo ove siano presenti più persone non appartenenti al medesimo nucleo familiare. Al fine di favorire il ricambio dì aria all’interno del locale e sulla base delle pubblicazioni in materia scientifica, si raccomanda di aprire porte e finestre per almeno 5 minuti ogni 30 minuti. (Ordinanza Sindacale n. 117 del 6.11.2020)

    Misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica - Regione Toscana



Chi contattare

  • 118 - In presenza di caso sospetto


1500 - Numero attivo 24 ore su 24
Per informazione numero telefonico di pubblica utilità istituito da Ministero della Sanità

800 556 060 numero verde | opzione 1 attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 18
Per informazione numero telefonico di pubblica utilità istituito dalla regione Toscana
Per una corretta informazione sul Covid-19. Il servizio fornisce orientamento e indicazioni sui percorsi e le iniziative individuate dalla Regione sul tema del Coronavirus. 

055 5454777 - Numero unico attivo dalle 8-20 con operatore interprete in lingua cinese 
| dalle 20-alle 8 attiva la segreteria telefonica
Per informazione numero telefonico di pubblica utilità istituito Asl Toscana Centro
A questo numero dovranno rivolgersi:
- i soggetti che hanno avuto contatti stretti con i casi confermati di Covid-19
- tutte le persone che negli ultimi 14 giorni hanno fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato nelle aree della Cina interessate dall'epidemia



Task Force Regione Toscana

La Regione Toscana ha attivato una Task Force regionale.

Per tutte le informazioni aggiornate si rimanda alla pagina Coronavirus della Regione Toscana.

Domande frequenti relativa al DPCM 3 NOVEMBRE 2020
 
Situazione in Italia - Aggiornamenti

Istituto Superiore Sanità - Dati


Domande frequenti - la risposta della Regione Toscana

 





Documenti scaricabili

inizio pagina





Data ultimo aggiornamento: 24.11.2020
 indietro  inizio testo
Comune di Carmignano - telefono 055 875011