salta la barra Comune di Carmignano  Il Comune  Amministrazione trasparente  Organizzazione  Sanzioni per mancata comunicazione dei dati

Organizzazione

Sanzioni per mancata comunicazione dei dati

Organizzazione

Ai sensi dell'articolo 47 comma 1 D.Lgs. n. 33/2013 e successive modifiche


D.Lgs. n. 33/2013 e successive modifiche c. 1
Articolo 47 "Sanzioni per casi specifici"

1. La mancata o incompleta comunicazione delle informazioni e dei dati di cui all'articolo 14, concernenti la situazione patrimoniale complessiva del titolare dell'incarico al momento dell'assunzione in carica, la titolarità di imprese, le partecipazioni azionarie proprie, del coniuge e dei parenti entro il secondo grado, nonchè tutti i compensi cui da diritto l'assunzione della carica, dà luogo a una sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 10.000 euro a carico del responsabile della mancata comunicazione e il relativo provvedimento è pubblicato sul sito internet dell'amministrazione o organismo interessato. 2. La violazione degli obblighi di pubblicazione di cui all'articolo 22, comma 2, da' luogo ad una sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 10.000 euro a carico del responsabile della violazione. La stessa sanzione si applica agli amministratori societari che non comunicano ai soci pubblici il proprio incarico ed il relativo compenso entro trenta giorni dal conferimento ovvero, per le indennita' di risultato, entro trenta giorni dal percepimento. 3. Le sanzioni di cui ai commi 1 e 2 sono irrogate dall'autorità amministrativa competente in base a quanto previsto dalla legge 24 novembre 1981, n. 689.



Regolamento Consiglio Comunale - approvato con delibera di Consiglio n. 60 del 11.11.2013

Art. 6

Trasparenza della situazione patrimoniale dei titolari di incarichi politici

1. Per “titolare” o “titolari” si intendono coloro che sono titolari di incarichi politici, di carattere elettivo o comunque di esercizio di poteri di indirizzo politico, di cui all’art. 14 del d.lgs. 33/2013, in particolare:

- il sindaco, i consiglieri comunali, gli assessori comunali;

- i titolari di esercizio di poteri di indirizzo politico;

 2. Per “documenti”, si intendono le dichiarazioni e le attestazioni e i dati previsti dall’articolo 14 del d.lgs. 33/2013.

3. Per “mandato” si intende il periodo di durata del mandato o dell’incarico politico a cui ciascun titolare è rispettivamente eletto o nominato.

4. Per “sezione “Amministrazione trasparente”” si intende la sezione del sito web istituzionale di questo Comune, strutturato secondo la Tabella 1. dell’Allegato al d.lgs. 33/2013, liberamente e gratuitamente accessibile da parte di chiunque ne abbia interesse attraverso un apposito link posto nella homepage del predetto sito, nella cui sottosezione di 2° livello rubricata “Organi di indirizzo politico-amministrativo” della sottosezione di 1° livello rubricata “organizzazione” sono pubblicate le dichiarazioni di cui all’articolo 3.


Art. 7

Dichiarazioni, attestazioni, informazioni

1. Ciascun titolare deposita le dichiarazioni, le attestazioni, le informazioni ed i dati riferiti alla propria situazione patrimoniale di cui al comma 1 dell’articolo 14 del d.lgs. 33/2013, di seguito indicati:

a) l’atto di nomina o di proclamazione, con l’indicazione della durata dell’incarico o del mandato elettivo;

b) il curriculum;

c) i compensi di qualsiasi natura connessi all’assunzione della carica; gli importi di viaggi di servizio e missioni pagati con fondi pubblici;

d) i dati relativi all’assunzione di altre cariche, presso enti pubblici o privati, ed i relativi compensi a qualsiasi titolo corrisposti;

e) gli altri eventuali incarichi con oneri a carico della finanza pubblica e l’indicazione dei compensi spettanti;

f) le seguenti dichiarazioni ed attestazioni:

f.1) ex art. 2, comma 1, n. 1, legge 441/1982:

una dichiarazione, su cui apporre la formula “sul mio onore affermo che la dichiarazione corrisponde al vero”, concernente:

  • i diritti reali su beni immobili e su beni mobili iscritti in pubblici registri;
  • le azioni di società;
  • le quote di partecipazione a società;
  • l'esercizio di funzioni di amministratore o di sindaco di società;

f.2) ex art. 2, comma 1, n. 2, legge 441/1982:
la copia dell’ultima dichiarazione dei redditi soggetti all’imposta sui redditi delle persone fisiche;

f.3) ex art. 2, comma 1, n. 3, legge 441/1982:
una dichiarazione, su cui apporre la formula “sul mio onore affermo che la dichiarazione corrisponde al vero”, ex art. 2, comma 1, n. 1, legge 441/1982, concernente:

  • le spese sostenute e le obbligazioni assunte per la propaganda elettorale ovvero l'attestazione di essersi avvalsi esclusivamente di materiali e di mezzi propagandistici predisposti e messi a disposizione dal partito o dalla formazione politica della cui lista hanno fatto parte.

Alla dichiarazione debbono essere allegate le copie delle dichiarazioni di cui al terzo comma dell'articolo 4 della legge 18 novembre 1981, n. 659, relative agli eventuali contributi ricevuti.

f.4) ex art. 3 legge 441/1982:

  • un'attestazione concernente le variazioni della situazione patrimoniale di cui alla su riportata lettera f.1) intervenute nell'anno precedente;
  • copia della dichiarazione dei redditi;

entrambe da depositare entro un mese dalla scadenza del termine utile per la presentazione della dichiarazione dei redditi soggetti all'imposta sui redditi delle persone fisiche;

f.5) ex art. 4 legge 441/1982:

  • una dichiarazione concernente le variazioni della situazione patrimoniale di cui alla su riportata lettera f.1) intervenute dopo l'ultima attestazione, da depositare entro tre mesi successivi alla cessazione dall'ufficio;
  • una copia della dichiarazione annuale relativa ai redditi delle persone fisiche, da depositare entro un mese successivo alla scadenza del relativo termine.

2. E’ obbligo del titolare depositare, unitamente ai documenti riferiti alla sua situazione patrimoniale:

  • le dichiarazioni e le attestazioni di cui alla lettera f) del comma 1 riferite al suo coniuge non separato legalmente ed ai suoi parenti entro il secondo grado (padre e madre - figli legittimi, naturali riconosciuti, adottati - fratelli e sorelle germani e consanguinei), se consenzienti;
  • il documento comprovante il consenso espresso dai soggetti di cui alla precedente alinea finalizzato al deposito ed alla pubblicazione dei predetti documenti a norma dell’art. 14 del d.lgs. 33/2013.

3. Il mancato deposito di uno o più dei documenti e delle attestazioni ovvero l’omissione anche parziale del loro contenuto deve essere formalmente dichiarato dal titolare e/o dai soggetti di cui al comma 2 se consenzienti.

4. Ai fini di dare evidenza sul sito istituzionale dell’eventuale mancato consenso di tutti o di alcuni dei soggetti di cui al comma 2 alla pubblicazione dei documenti attestanti rispettivamente la loro situazione patrimoniale, il titolare è tenuto a dichiarare quali dei predetti soggetti non hanno espresso il consenso che egli ha richiesto.

Art. 8

Termini e modalità del deposito e della pubblicazione dei documenti

1. Fatti salvi i diversi termini stabiliti dalla legge per il deposito dei documenti di cui alle lettere f.3) ed f.4) di cui al comma 1 dell’articolo 6, il titolare deve depositare le dichiarazioni, le attestazioni ed i dati di cui al comma 1 dell’articolo 7, entro trenta (30) giorni dalla data :

  • di proclamazione del sindaco e dei consiglieri comunali;
  • di accettazione della nomina ad assessore comunale ;
  • di notificazione del provvedimento di elezione o di nomina degli altri incarichi.

2. Il deposito è effettuato presso l’Ufficio protocollo di questo Ente, tramite la loro consegna a mano ed  in tal caso l’ufficio rilascia ricevuta dei documenti depositati e del giorno del deposito ovvero tramite servizio di posta raccomandata con avviso di ricevimento ovvero tramite l’indirizzo di posta elettronica certificata dello stesso ufficio protocollo e con firma digitale.

3. Il titolare che ha già prodotto la dichiarazione al termine di un mandato è esentato dal presentare la dichiarazione all’inizio del nuovo mandato alla medesima o ad altra carica la cui elezione o nomina avvenga nello stesso anno nel quale è terminato il precedente mandato.

4. La pubblicazione dei documenti di cui al comma 1 dell’articolo 7 è effettuata entro tre mesi dalla data dell’elezione o dalla nomina e ha termine al decorso dei tre anni successivi alla cessazione del mandato o dell’incarico del titolare.

5. La pubblicazione delle informazioni concernenti la situazione patrimoniale del titolare e, ove consentita della dichiarazione del coniuge non separato legalmente e dei parenti entro il secondo grado ha termine alla cessazione dell’incarico o del mandato.

6. Sono pubblicati in formato aperto a norma dell’articolo 7 del d.lgs. 33/2013 tutti i documenti e le attestazioni riferiti al titolare ed in formato non aperto soltanto le informazioni di cui alla lettera f) del comma 1 dell’articolo 7 riferiti al coniuge non separato legalmente ed ai parenti entro il secondo grado del titolare. Ai fini di cui al presente comma i documenti da depositarsi in formato digitale devono essere in formato aperto a norma del predetto articolo 7. Le dichiarazioni presentate all’inizio del mandato ovvero annualmente rimangono pubblicate sino alla loro eventuale sostituzione o modifica con quelle rispettivamente successive.

8. Ai fini dell’interruzione della pubblicazione la Segreteria Generale relativamente al sindaco, ai consiglieri, agli assessori ed ai titolari di altri incarichi politici comunica al responsabile della Redazione del sito la cessazione dell’incarico o del mandato.


Art. 9

Responsabile della vigilanza e della comminazione delle sanzioni – Adempimenti conseguenti al non rispetto dell’obbligo del deposito o dell’aggiornamento dei documenti

1. E’ attribuito al Segretario Generale il potere di vigilare sull’esatta osservanza delle disposizioni di cui agli articoli 14, 47, comma 1, 49 e comma 3 del d.lgs. 33/2013, agli articoli 2, 3 e 4 della legge 441/1982 ed alle disposizioni del presente regolamento nonché di accertare ed irrogare le sanzioni pecuniarie amministrative previste dall’articolo 6.

2. Il Segretario Generale emana le necessarie direttive utili a che l’Ufficio di Segreteria Generale curi la raccolta e la conservazione dei documenti di cui al comma 1 dell’articolo 7 e l’Ufficio Comunicazione provveda alla loro pubblicazione sul sito web istituzionale entro quindici giorni dal loro ricevimento.

3. In caso di mancato deposito di una dichiarazione o attestazione o informazione o di un dato all’inizio, al termine o alla cessazione del mandato ovvero la dichiarazione annuale successiva alla prima entro i rispettivi termini previsti dall’articolo 8, il Segretario comunale notifica al titolare inadempiente il motivato invito ad adempiere entro i quindici giorni successivi alla data di ricevimento dello stesso invito.

4. Nella nota contenente il predetto invito deve essere espressamente contenuto l’avvertimento che l’eventuale ulteriore inottemperanza comporterà l’applicazione della sanzione prevista dall’articolo 11.

5. L’invito di cui al comma 3 è comunicato, per conoscenza, al Sindaco e al Presidente dell’organo collegiale di cui è componente il titolare affinché se ne prenda atto nella prima seduta utile ed è pubblicato nella sezione “Amministrazione trasparente”.

6. Qualora il titolare presenti la dichiarazione nel termine di cui al comma 2, il Segretario Generale comunica l’avvenuta regolarizzazione al Sindaco e al Presidente dell’organo collegiale di cui è componente il titolare affinché se ne prenda atto nella prima seduta utile. La stessa comunicazione è pubblicata nella sezione “Amministrazione trasparente”.









Data ultimo aggiornamento: 19.07.2018
 indietro  inizio testo
Comune di Carmignano - telefono 055 875011