Home Page » Servizi » Edilizia e Urbanistica » Pratiche edilizie

Pratiche edilizie

mattoncini

Per l’esecuzione di lavori di edilizia, a seconda della tipologia di opere da realizzare, l’interessato deve presentare:

frecciaComunicazione dell’inizio dei lavori (C.I.L.)

frecciaComunicazione dell’inizio dei lavori asseverata (C.I.L.A.)

frecciaPermesso di costruire

frecciaPermesso in sanatoria

frecciaSegnalazione certificata di inizio attività (S.C.I.A.) - Alternativa al permesso di costruire

frecciaInterventi in zone con vincolo idrogeologico: richiesta autorizzazione

Il programma aziendale pluriennale di miglioramento agricolo ambientale (che costituisce condizione preliminare per il rilascio dei titoli abilitativi)

Per interventi realizzati in assenza o in difformità dai titoli abilitativi o per interventi realizzati in assenza di comunicazione dell’inizio dei lavori, a seconda della tipologia delle opere, l’interessato deve presentare:

  • Istanza di accertamento di conformità in sanatoria ai sensi dell’art. 209 c. 2) della L.R. 65/14,
  • segnalazione certificata di inizio attività (S.C.I.A) in sanatoria ai sensi dell’art. 209 c. 2bis) della L.R. 65/14,
  • comunicazione dell’inizio dei lavori asseverata (C.I.L.A.) con sanzione di cui all’art. 136 c. 6) della L.R. 65/14.

Ad ultimazione dei lavori, i professioni abilitati attestano la conformità dell’opera al progetto contenuto nel permesso di costruire o nella SCIA, o nelle varianti ad essi. L'attestazione di agibilità delle unità immobiliari assevera la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico e, ove previsto dalla legge, di accessibilità.

Le varie istanze devono essere presentate secondo la modulistica predisposta dalla Regione Toscana e recepita dal Comune, sottoscritta dagli interessati; sono soggette al pagamento dei diritti di segreteria e di un eventuale contributo commisurato sulla base della tipologia delle opere da realizzare.

Condividi